domenica 26 maggio 2013

Don Chisciotte



Salta in piedi, Sancho, è tardi, non vorrai dormire ancora, 
solo i cinici e i codardi non si svegliano all'aurora: 
per i primi è indifferenza e disprezzo dei valori 

e per gli altri è riluttanza nei confronti dei doveri ! 

L'ingiustizia non è il solo male che divora il mondo, 
anche l'anima dell'uomo ha toccato spesso il fondo, 
ma dobbiamo fare presto perché più che il tempo passa 
il nemico si fà d'ombra e s'ingarbuglia la matassa... 

Sancho ascoltami, ti prego, sono stato anch'io un realista, 
ma ormai oggi me ne frego e, anche se ho una buona vista, 
l'apparenza delle cose come vedi non m'inganna, 

preferisco le sorprese di quest'anima tiranna 
che trasforma coi suoi trucchi la realtà che hai lì davanti, 
ma ti apre nuovi occhi e ti accende i sentimenti.

Prima d'oggi mi annoiavo e volevo anche morire, 
ma ora sono un uomo nuovo che non teme di soffrire... 


Mio Signore, io purtroppo sono un povero ignorante 
e del suo discorso astratto ci ho capito poco o niente, 
ma anche ammesso che il coraggio mi cancelli la pigrizia, 

riusciremo noi da soli a riportare la giustizia ? 

In un mondo dove il male è di casa e ha vinto sempre, 
dove regna il "capitale", oggi più spietatamente, 
riuscirà con questo brocco e questo inutile scudiero 
al "potere" dare scacco e salvare il mondo intero ? 


Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro 
perchè  il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro ? 
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità, 

farmi umile e accettare che sia questa la realtà ? 

Il "potere" è l'immondizia della storia degli umani 
e, anche se siamo soltanto due romantici rottami, 
sputeremo il cuore in faccia all'ingiustizia giorno e notte: 

siamo i "Grandi della Mancha", 
Sancho Panza... e Don Chisciotte !

Nessun commento:

Posta un commento